TES

Transizione Ecologica Solidale

Cosa facciamo

I dialoghi della transizione

Tavoli di discussione su materie di rilevanza strategica con rappresentanti del mondo economico, dell’accademia, delle istituzioni, della politica, dei media, delle associazioni. La discussione avviene sulla base di saggi e contributi scritti, che alimentano anche la redazione di contenuti di carattere scientifico e culturale e lo sviluppo di analisi, strumenti e proposte concrete per supportare la transizione ecologica solidale.

Temi di particolare interesse possono essere supportati dalla realizzazione di ricerche specifiche.

I tavoli tematici

2020

  • Green New Deal e Just Transition Fund

2019

  • Dissesto idrogeologico e riqualificazione fluviale
  • End of Waste

2018

  • Consumo del suolo e rigenerazione urbana
  • Piano energia e clima: elaborazione e strumenti attuativi
  • Economia circolare

Accademia Primo Levi

Scuola di alta formazione politica, saperi e transizione ecologica solidale.

L’Accademia Primo Levi prevede un processo di selezione finalizzato a individuare giovani, dotati di passione civile, socio-culturale e politica, al fine di sostenere il loro percorso verso una solida preparazione, anche nel campo dell’innovazione tecnologica e scientifica. Lavorare a favore di una transizione dei modelli economici e sociali richiede, soprattutto a chi fa politica, ampie conoscenze specifiche e una seria preparazione.

Iniziative pubbliche

ZERO IS MORE

Ciclo conferenze

Iniziative aperte per favorire l’elaborazione di idee e stimolare il dibattito, con l’ambizione di trasformare la sfida della transizione ecologica e solidale dell’economia, da tema di nicchia e per addetti ai lavori, a oggetto di confronto quotidiano nell’opinione pubblica.

Relazioni internazionali

La questione ambientale non ha confini amministrativi, per questo motivo l’Associazione TES è impegnata in attività di rappresentanza e di networking. La partecipazione ai consessi internazionali è fondamentale per rimanere aggiornati sui trend emergenti e per lavorare in modo sinergico con tutti gli attori coinvolti nella transizione. L’Associazione è accreditata presso il Parlamento Europeo ed ha attivato un ufficio di rappresentanza a Bruxelles. Sono in corso di valutazione le richieste per l’acquisizione dello status consultivo presso l’ONU (ECOSOC – United Nations Economic and Social Council) e presso il Consiglio d’Europa